Una voce a quel che resta


Divertissement filosofico teatrale dedicato alle scuole superiori                                                                                         

L'IDEA

"Una voce a quel che resta" consta di brevi letture teatrali tratte dai più celebri scritti della storia della filosofia e della letteratura. Si tratta di incontri teatrali della durata di 1 ora e 15 circa. Gli attori danno vita ad una lettura interpretata del brano scelto ed attraverso giochi teatrali e pedagogici aprono alcune delle tematiche care all'autore.

MODALITA' DI SVOLGIMENTO

Ricerca, contatto ed accordi:
Nella fase di ricerca il docente individua i testi da proporre ad attori e studenti.
Nella fase di contatto i nostri attori prenderanno accordi, in concerto con i docenti, riguardanti i testi da interpretare, la preparazione degli allievi all'evento e le direttive dell'intervento ludico teatrale.
Inoltre si stabiliranno il luogo ed i tempi dell'operazione e le modalità di pagamento. Il progetto intende essere un semplice strumento di appoggio al lavoro del docente.
La performance:
Alle letture recitate si uniscono ed intersecano giochi ed esercizi teatrali, dialettica e leggerezza.
E' previsto l'intervento di uno o due attori.
Spazi:
Un'aula o l'aula magna dell'istituto.

COSTI E OPZIONI

La durata della incontro teatrale sarà di 1 ora e 15 minuti.
Lo stesso intervento può essere ripetuto 2 o 3 volte nella stessa mattinata a diversi gruppi di allievi. Il numero massimo di allievi/spettatori per ogni singola lettura è di 30 (salvo differente accordo o composizione delle classi).
Ogni lettura non potrà essere realizzata più di 3 volte in una stessa mattinata.
I costi  possono variare in base al numero di partecipanti. Per informazioni contattare la compagnia (direzione@areteensemble.com).

QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIES PER MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE,

Puoi esaminare quali cookie usiamo