Medea


di Euripide.

La donna di cuore devota al letto nuziale ed alle sue antiche leggi sposa l'uomo di ragione ed azione che appartiene allo stato ed alla società.

 

Video integrale

Sinossi

Medea.
La donna di cuore devota al letto nuziale ed alle sue antiche leggi sposa l'uomo di ragione ed azione che appartiene allo stato ed alla società.
La storia della sua rivolta contro un mondo in cui rispetto, fedeltà, fiducia, responsabilità, amore sono scomparsi. Medea compie il sacrificio più alto. La vendetta più atroce. Per pugnalare questo mondo bisogna colpirlo... al cuore.
Una storia che, in un mondo di genitori che fanno di tutto per crescere al meglio i figli, si fa tragedia in nome dell'amore. Una tragedia d'amore e libertà. Una tragedia dove a pagare sono i figli, tutti i figli ed in cui tutto è umano....terribilmente umano.
In scena a rivivere il dramma due soli attori, come ai tempi dell'antica Grecia.

IL MATERIALE TESTUALE

Il testo utilizzato per lo spettacolo è quello della Medea di Euripide.
Sono stati "tagliati" i personaggi della nutrice e del pedagogo ed il testo del coro.
Il coro è il pubblico a cui i personaggi, talvolta, si rivolgono. Gli spettatori sono così, dichiaratamente, testimoni ed arbitri delle vicende della casa di Medea e Giasone.
Il rimanente testo, scene e monologhi, è integrale.
La traduzione è stata realizzata mettendo a confronto il lavoro di diversi traduttori italiani, francesi, inglesi, spagnoli e norvegesi con il fine di ritrovare, nel massimo rispetto del testo, una versione quanto più teatrale possibile.

STORIA DELLO SPETTACOLO

Lo spettacolo: Ha debuttato ad aprile al Teatro Kismet Opera di Bari ed in anteprima al Teatro Civico14 di Caserta.
Ha vinto il bando di Residenza Offx3 dello SpazioOff di Trento ed è stato selezionato per la finale del bando e festival Vd'A – Voci dell'anima 2011;
Selezionato al Festival Castel dei Mondi di Andria 2011, al Florian (Pe); E' stato selezionato per la vetrina internazionale a Maggio 2012, Puglia Show Case e per la Festa della Toscana 2012. E' stato rappresentato per numerosi licei classici e scientifici d'Italia.

Scheda Tecnica

2 attori in scena
Scenografia: dei tappeti, due bauli/box, un attaccapanni, una porta smontabile in ferro.

LUCI

Luci sufficienti ad avere un piazzato diffuso sul palco e 5 punti luce.
Il lavoro può essere messo in scena in qualsiasi spazio, teatrale o no, purchè molto raccolto.
Luci necessarie: 16 Pc da 1000 W + 5 PAR 1000W
Luci esterne: 6 PC (2 puntati sulla platea e 4 puntati sul palco) e 1 PAR
1° americana e: 4 PC frontali e 2 PAR
2° americana: 3 PC (1 PC a pioggia, 2 PC di taglio, 2 PAR )
3° americana: 3 PC controluce (1 PC centrale e 2 PC laterali)
E' possibile che il parco luci vari in funzione della grandezza dello spazio teatrale e delle disponibilità del teatro.
Non si usano gelatine.
Se non c'è americana si organizzano le luci in altro modo.
Non ci sono cambi luce se non nel finale, prima del buio.

MUSICA

Nello spettacolo non ci sono musiche.

Montaggio:

1 ora e 15 minuti. Il tempo necessario a preparare i puntamenti del piazzato. Se il piazzato è già pronto bastano 25 minuti.

Smontaggio:

20 minuti.
Durata dello spettacolo:
1 ora 30 minuti circa

SPESE SIAE

Lo spettacolo non ha spese Siae. La traduzione è stata realizzata da Annika Strøhm e Saba Salvemini e non ci sono musiche. Richiedere la liberatoria.

Video

 

Critica

Davvero una grande resa, intima ma imponente, struggente e smisurata nello stesso tempo, per la quale gran parte dei meriti vanno alla protagonista ed al deuteragonista, magistrali nell'interpretazione e capaci di trasportare con sé all'interno dell'opera.
Antonio Stornaiuolo www.quartaparetepress.it Novembre 2011

Una prova attoriale impervia e la Strøhm è superba nel disegnare una maga e una donna tanto simile a una nostra vicina di casa provvista della grinta e del temperamento di una Anna Magnani. E Salvemini, con il semplice cambiare una giacca o un cappotto, provvede a interpretare tutti personaggi maschili, segnati ognuno da una stessa ipocrisia, da una stessa illusoria supremazia su di un universo femminile che quando poi colpisce senza pietà lascia tramortiti e privi di volontà.
Nicola Viesti Hystrio Settembre 2011

La potente messa in scena del testo euripideo...ci mostra come i grandi classici siano assolutamente sempre contemporanei...ed inoltre la possibilità per gli interpreti di prestazioni maiuscole...
Nicola Viesti Corriere del Mezzogiorno Agosto 2011

La tragedia greca...è stata magistralmente tradotta, diretta e interpretata dalla coppia Annika Strøhm e Saba Salvemini di Areté Ensemble...
Angelica D'Apote www.teatro.org Agosto 2011

Tutto è a vista, le spoliazioni, le uscite di scena e dal personaggio, tutto profuma di soluzione meierchol'diana che accoglie, senza contrasto, le pieghe del naturalismo mimetico. Le scena non smette d'essere una costruzione in corso, sembra quasi voglia dichiararsi come umile strumento per la rappresentazione del tragico, cosciente delle ormai innumerevoli letture di Euripide. Quest'intuizione si apre come capacità di lettura e desiderio di asciugatura della prospettiva poetica registica. Per scelta consapevole si desidera che il testo torni a parlare, e questo accade.
Christian Iorio Arteatro Aprile 2011

Repliche

2015

4/5/6 MARZO – Teatro Kismet Opera
10 MARZO – Molfetta
30 Marzo– Triggiano (Ba)
21 APRILE - Teatro Kismet Opera - Bari11/12 GENNAIO – Teatrando – Biella – SERALE

2014


15-16 MARZO - Teatro Comunale - Castrovillari (Cs)
16 APRILE - Teatrando - Biella
30 APRILE - Teatro Moretta - Alba (Cn)
30 MAGGIO - Teatro Kismet Opera - Bari
25 NOVEMBRE - Andria (Bt)

2013

19/20 GENNAIO – Teatro 99 Posti - Mercogliano (Av) – SERALE
7 FEBBRAIO - Teatro comunale di Francavilla (Ta) – MATTINEE
22-24 MARZO – Teatro Tordinona – Roma – SERALE
18 APRILE – Furio Camillo – Roma MATTINEE

2012

11/12 GENNAIO Teatrando – Biella (Bi) MATTINEE e SERALE
17/18 GENNAIO Teatro Kismet Opera – Bari POMERIDIANA e MATTINEE
20 GENNAIO Triggiano (Ba) – MATTINEE
21 GENNAIO Teatro Comunale di Massafra (Ta) (Teatri Abitati)
1 FEBBRAIO Teatro Fasano (Ba) – MATTINEE
3 FEBBRAIO Teatro Comunale di Torre Santa Susanna (Teatri Abitati)
11 FEBBRAIO Teatro delle Molliche – Corato (Bt)
13 FEBBRAIO Auditurium Andria (Bt)- MATTINEE
15 -16 FEBBRAIO Teatro Santa Lucia – Gioia del colle (Ba) MATTINEE
17-18 FEBBRAIO Teatro La Tana – Barletta (Bat) – MATTINEE
23 FEBBRAIO Teatro Margherita – Putignano (Ba) MATTINEE
24 FEBBRAIO Castello di Sannicandro di Bari (Ba) – MATTINEE
25-26 FEBBRAIO Teatro Traetta – Bitonto (Ba) (Teatri Abitati) SERALE
1-4 e 8-11 MARZO Teatro della Contraddizione – Milano
16 MARZO Teatro Comunale di Novello - (Cn)
17 MARZO Teatro Massari – San Giovanni in Marignano (Rimini)
18 MARZO Teatro No – Noceto (Pr) (Circuito Teatronet)
24 MARZO Carichi Sospesi – Padova (Circuito Teatronet)
27 MARZO Teatro dell' Avogaria – Venezia
31 MARZO Festival TeatroPianeta/Teatronet – Siena- (Circuito Teatronet)
27 APRILE Teatro Comunale Wojtyla – Palagiano (Ta)
4-5 MAGGIO Das Internationales Theater – Francoforte (Germania)
17 MAGGIO Teatro Stabile di Innovazione Florian – Spazio Matta – Pescara
24 MAGGIO Puglia International Show Case (Teatro Pubblico Pugliese) – Teatro Tatà – Taranto
26 AGOSTO – Teatri di Pietra Sardegna
10 NOVEMBRE – Circuito Città dei Dolci – Brescia – SERALE
15 NOVEMBRE - Auditorium Comunale di Ciuffenna – Ciuffenna (Fi) – SERALE
20-25 NOVEMBRE – Teatro San Carluccio – Napoli SERALE E MATTINEE
17 e 20 DICEMBRE - Spazio Explorer - Giovinazzo (Ba) – MATTINEE

2011

26/27 MARZO MEDEA/Una lezione aperta- Teatro delle Molliche – Corato (Bat)
28 MARZO Teatro Comunale Traetta – Bitonto (Ba) – MATTINEE
29 MARZO Teatro Kismet Opera – Bari – MATTINEE
1 APRILE Spazio ResExtensa – Giovinazzo (Ba) – MATTINEE
2/3 APRILE Civico14 – Caserta
6/7 APRILE Teatro Kismet Opera – Bari
14 APRILE Spazio ResExtensa – Giovinazzo (Ba) – MATTINEE
3/4 MAGGIO Teatro Kismet Opera – Bari MATTINEE
22 LUGLIO Incursioni Estive Festival – Bisceglie (Ba)

Crediti

Medea
di Euripide
Tradotto, diretto ed interpretato da Annika Strøhm e Saba Salvemini
Progetto realizzato con il sostegno dello Spazio Off di Trento e ResExtensa